,

Ospiti Speciali: Le Petit Rabbit

Mi piace il momento dell’intervista!
È un po’ come se stessimo nel mio salotto. Ci si raconta come va la vita, come procedono i progetti… Ci sono io, il servizio da tè e i pasticcini, l’ospite del giorno, voi che ci leggete e… niente…  un divano davvero molto molto grande!
Oggi ospitiamo sul blog una creativa che seguo da tempo e che crea delle immagini e suggestioni davvero uniche: Giulia di Le Petit Rabbit.
Se siete in cerca di un’ispirazione piena di gusto, estro e talento avete trovato il post che fa per voi. Giulia mi ha detto di prendere senza problemi le foto dal suo blog e io non ho saputo trattenermi perché non riuscivo a scegliere quale foto mi piacesse di più.
Sono tutte bellissime!
Quindi parto subito con un avviso ai naviganti:

WARNING!! ALARME ROSSO!


Post ad altissimo contenuto di immagini SPETTACOLARI!


Se siete convinte ad andare avanti adesso lo fate con la consapevolezza che una volta viste tutte queste creazioni bellissime non potrete più tornare indietro e sicuramente vorrete una partecipazione, un biglietto, una card, un fazzoletto spiegazzato, qualsiasi cosa, basta che sia fatta da Giulia!
Comincio con il presentarvela. Ecco Giulia il volto che si nasconde dietro a “Le petit Rabbit”
Per rispondere a questa domanda devo assolutamente rimandarti qui, perchè non saprei raccontarlo meglio:
http://www.lepetitrabbit.it/2016/03/graphic-chi-e-le-petitrabbit.html
Ci puoi raccontare cosa c’è dietro alla creazione di una stationery? Da cosa parti per trovare l’ispirazione giusta?

Prima di disegnare una stationery cerco di capire le tendenze future, di disegnare in anticipo ciò che gli sposi poi tenderanno a desiderare per il loro matrimonio. Una volta definiti i temi che reputo opportuni, ci aggiungo del mio, negli anni di lavoro ho capito che qualcosa in perfetto stile Le Petit Rabbit deve esserci nei miei progetti, è come un marchio di fabbrica.


Raccontaci tre progetti che hai fatto quest’anno da tre ambiti diversi (wedding, infanzia, companies)

Wedding: nel pieno della tendenza watercolor ho creato questa suite:
http://www.lepetitrabbit.it/2015/11/wedding-watercolor-flowers-wedding-suite.html

è stato amore a prima vista, l’ho creata durante il caldo di agosto quando dopo il pranzo e il mare tutti dormivano beati e io mi sciglievo davanti al mac :), tutt’oggi quando la riguardo mi trasmette la stessa sensazione di delicatezza, freschezza e naturalità che ho provato quando l’ho disegnata.

Infanzia: le My Little Cards
http://www.lepetitrabbit.it/2015/09/kids-my-little-cards-i-piccoli-grandi.html

Sono delle cartoline per immortalare, condividere e ricordare i momenti del primo anno di vita di un neonato. Quando le ho disegnate ho pensato a tutte le emozioni provate con Ginevra, e a quelle che stavo riprovando, in modo diverso, con Ettore. Sono ispirate a loro e sono contenta che siano piaciute molto alle mie clienti

 

Companies: non riesco a scegliere un progetto in particolare, perchè il Logo e Brand Design, a differenza dei miei progetti che partono da caratteristiche che decido nella mia testolina, è un lavoro con un stimolo che parte da un “cliente”, parola fredda per esprimere un mondo di emozioni, aspettative, lavoro, l’impegno, conquiste, materiali, colori, insomma tutte caratteristiche che ogni volta mi affascinano, conquistano e ispirano.

 

Qual’è la tua tecnica preferita?

Non ho una tecnica preferita, bensì disegno con uno stile mio, che m’identifica e con cui disegno e creo progetti come se lo facessi per me stessa.

Hai un progetto che ti è rimasto impresso più di tutti? Se si, perchè?

Direi di no. Amo il mio lavoro e ogni progetto che realizzo ha in sè un pò di me, non riuscirei a pubblicare o parlare di un progetto in cui non mi riconosco.  Certo, sono cresciuta, creativamente e professionalemnte, ma tendenzialmente anche a distanza di tempo mi ritrovo nei miei progetti e sono quindi affezionata a tutti.

 

C’è qualcosa che ti piacerebbe creare o sperimentare ma nessuno ti ha mai chiesto?

Ho dei sogni, ma piano piano sto cercando di realizzarli tutti, certo non è semplice, ma sono una testarda 🙂

Come si possono mettere in contatto gli sposi con te? Se vivono lontani puoi realizzare comunque un progetto per loro?

Gli sposi possono scrivermi via mail a [email protected], cerco di rispondere sempre a tutti e nel più breve tempo possibile, ma questo non significa che posso garantire una risposta entro le 24h. Ogni mail che ricevo è una richiesta specifica, rispondere in modo completo non è sempre immediato. La distanza non è un problema, il 95% delle coppie di sposi per cui ho lavorato vive distante da me e il processo di lavoro si svolge tutto tramite mail, contatto telefonico e scambio di posta tradizionale.

 

Quanto tempo prima è bene mettersi in contatto con te?

Il prima possibile, ogni anno per questioni organizzative prendo solo un tot di matrimoni, in modo da poterli seguire e gestire al meglio,  quindi consiglio sempre di non aspettare, di scrivermi non appena si ha in mente una data e uno stile.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *