I consigli dal Wedding Breakfast per un matrimonio da favola

Di wedding Breakfast si è parlato tantissimo, qui, qui, qui e ancora qui. Perché quando un evento è così pieno di bellezza e di straordinario talento umano c’è davvero di che essere ammirati.

Esistono persone davvero speciali che sono in grado di creare cose incredibili a cui noi non avremmo nemmeno potuto  pensare.. e quelle sono le persone che dobbiamo scegliere quando decidiamo di sposarci.

Come wedding Planner la maggior parte del lavoro che svolgo è quello della bussola: oriento gli sposi verso le persone, i luoghi e gli oggetti giusti perché so che sono quelli che saranno in grado di raccontare la loro storia.

Un matrimonio è un viaggio: un viaggio di una giornata che facciamo fare ai nostri ospiti per raccontare di noi, di come ci siamo conosciuti, del modo in cui ci amiamo e di come lo faremo per tutta la vita. Il mio lavoro lo considero davvero ben fatto se alla fine della giornata ho raccontato la storia dei miei sposi nel modo giusto, se loro si sono rispecchiati pienamente nella loro festa. Personalizzazione, unicità, sono le parole chiave per un matrimonio che colpisca nel segno.

Parliamo quindi di questo evento che ho avuto l’onore di organizzare insieme alla bravissima Simona Spinola di Zankyou Wedding e insieme a Floriana ed Elisa di Il Ghirigoro Bottega.

Una mattinata di buon cibo, bellezza, dibattiti e scambi di opinioni. Metti una location stupenda, un’organizzazione svizzera (non una ma ben tre wedding planner!), una comunicazione con i fiocchi grazie a Zankyou che ha coinvolto Vogue Sposa, Ied e tantissime blogger, un banqueting d’eccezione, sorprese, cotillon… come si fa a resistere?

Per voi che vi dovete sposare ho riassunto i punti salienti che sono emersi durante la mattinata. Consigli, spunti, idee.. che spero vi saranno utili per orientarvi al grande giorno

 


1# Scegliere i fornitori giusti


 

Partiamo dalla cosa più difficile per chi si approccia al matrimonio, scegliere i fornitori giusti.

Sulla carta sembrano tutti bravissimi ed è difficile per chi si affaccia in questo mondo per la prima volta capire il vero valore di un’offerta o un preventivo. Perché ci sono tante differenze di prezzo? Chi sarà darmi il servizio migliore?

Come wedding Planner ritengo che non esista il fornitore perfetto in assoluto, ma piuttosto che esista il fornitore giusto per ogni coppia. Ecco perché, secondo me, affidarsi ad un wedding planner è così importante soprattutto nelle prime fasi, per capire chi scegliere e chi contattare. Un wedding planner conosce i fornitori, ha già lavorato con loro e sa bene quali sono i punti di forza e di debolezza del servizio che offrono, ma soprattutto sarà capire se fanno davvero al caso vostro. Il fiorista che sappia interpretare il vostro stile, che sia affidabile, il fotografo che entri nel vostro mood, un catering che risponda ai vostri gusti.. tutto questo voi non potete saperloma un organizzatore di matrimoni si.

Pensateci, questo significa ottimizzare i tempi ma soprattuto i costi (ed ecco perché un wedding planner è una garanzia sul vostro matrimonio!)


#2 La location giusta


Trovare la location giusta è uno dei momenti più critici del matrimonio. Tutto parte da li. Noi eravamo ospiti della stupenda location Be20 a Bologna, dal sapore industriale, con bellissimi muri a vista e arredi unconventional.

“Oggetti d’antiquariato e di design decorano gli ampi spazi, tra pareti in mattone a vista ed antiche travi in legno, mentre la luce filtra dalle ampie vetrate regalando suggestivi giochi di luce; in entrata, un piano ed una cinquecento azzurro cielo catturano l’attenzione. Be20 è il perfetto connubio tra passato e presente, come l’ha definita Andrea, General Manager della location, la cui idea di aprire la struttura a matrimoni ‘di un certo tipo’ nasce in primis dal cambiamento che questo settore sta avendo, grazie finalmente alla possibilità di celebrare unioni civili.”

Ogni coppia ha il suo stile, questo significa veramente matrimonio creativo, e la location che sceglierete vi deve rispecchiare al massimo! Quando fate le visite valutate gli spazi all’aperto, al chiuso, le possibilità che avete per sviluppare il buffet di aperitivo, le soluzioni in caso di pioggia e gli spostamenti che dovranno fare gli ospiti.



3# Originalità


Enrica Ponzellini, direttrice di Vogue Sposa, ci ha parlato di tutto il percorso che ha compiuto e sta compiendo la testata che a maggio festeggerà il suo 35º anniversario, soffermandosi sulla necessità di stare al passo con i tempi in piena epoca social. Anche Vogue, testata leader del settore, sta cambiando e sta andando sempre più incontro alle nuove esigenze delle spose moderne.

Innovare e soprattutto innovarsi è fondamentale! Quando scegliete un fornitore verificate che sia stato capace di aggiornarsi con le ultime tendenze e soprattutto lo abbia fatto con sufficiente flessibilità.

Non abbiate paura di chiedere, di esplorare i vostri desideri e scegliete qualcuno solo se vi sembra che vi possa capire davvero! Non abbiate paura di rompere una tradizione, di fare un matrimonio diverso da tutti, soprattutto idi deludere i vostri parenti. Le uniche persone che non dovete deludere quel giorno siete voi stessi e, se chi vi vuole bene vedrà l’amore con cui vi sarete rispecchiati nella vostra festa di matrimonio, non potrà fare a meno che essere felice per voi!

Cercate i dettagli preziosi, le grafiche coordinate e non dimenticate di riservare un bel budget per i fiori, il dono più prezioso che la natura ci fa per abbellire il mondo! Io sono davvero impazzita avanti alle peonie che ci ha proposto Stefania di Grazie dei Fiori Atelier e alle composizioni naturali e aggraziate che ha realizzato per noi!


4# l’importanza del Make up


Parlare con Max Moretto è sempre una gioia per l’anima. Quando vi sposate ricordate di circondarvi di persone solari e motivanti! Il make up della sposa deve essere discreto e farla sentire una vera dea. Come un raggio di sole che vi baci, il trucco deve sottolineare i vostri pregi con classe e farvi brillare di luce propria.

Fate delle prove finché non siete soddisfatte del risultato e date molta importanza all’incarnato che deve risultare luminoso e ben definito.

Valorizzate i vostri punti di forza, occhi, forma del viso, labbra, un bravo make up artist saprà sicuramente capire quali sono e li farà risaltare al meglio! Durante il wedding breakfast Max ci ha dato una dimostrazione live della sua bravura e in tanti si sono fermati per chiedere consigli e capire come funziona il suo lavoro.


5#l’importanza del cibo


Nella patria del buon cibo, e per l’evoluzione incredibile che hanno avuto i servizi di catering negli ultimi anni, non abbiamo nessuna scusa per offrire ai nostri invitati cibo che non sia come minimo eccellente.

Sia che preferiate uno stile più rustico, che uno più raffinato, l’importanza delle materie prime è il perno intorno a cui ruota il successo di un buon catering.

PQP banqueting, il servizio che ha realizzato il buffet di benvenuto, non lascia nulla al caso. Ogni singolo pasticcino è stato pensato e addirittura disegnato a mano, come un capo di alta sartoria, per creare un’armonia non solo di sapori ma anche di immagine. Il risultato è qualcosa di davvero indimenticabile.

Le proposte spaziavano dai tortini al limone, lime e fragoline di bosco a chiffon cake mignon e clafoutis alle ciliegie, passando per la ghiottissima pasticceria salata, con macaron al salmone marinato, verbena e lime, millefoglie mignon alla parmigiana, tartelletta mignon, macedonia di verdure, fino al piatto forte, ovvero dello squisito salmone selvaggio tagliato a mano, servito su pane casalingo e burro salato (io ovviamente, non ho saputo resistere e me ne sono mangiata almeno tre porzioni!).

Anche le bevande non erano lasciate al caso: infusi leggermente alcolici sottovuoto, tè pregiati, succhi di frutta biologici realizzati con mele di montagna e acque botaniche.

Non poteva mancare la pasticceria, e qui arriviamo ad un progetto che ho curato personalmente, occupandomi dell’allestimento, e di cui sono davvero fiera del risultato. Insieme a Viviana Fabbri di Gino Fabbri abbiamo pensato di realizzare un buffet di dolci ispirato alla tradizione, in cui abbiamo presentato i dolci bolognesi tipici del matrimonio, dalla torta di tagliatelle, alla torta di riso o “torta degli sposi”, agli zuccherini, deliziosi biscottini dall’evocativa forma di anello, proposti in versione classica o montanara, cioè leggermente glassati in superficie.

Per suggerire l’idea di tradizione ho scelto delle alzatine vintage in vetro lavorato e leggermente colorato, bottigliette antiche da drogheria e posate in argento lavorato.

Le stupende wedding cake completavano l’allestimento e davano importanza. Tutto ovviamente abbellito con grazia dai bellissimi fiori di Grazie dei Fiori che ha realizzato tutti gli allestimenti floreali.

Un altro tavolo magistrale è stato allestito da Floriana ed Elisa de il Ghirigoro bottega, con provette in vetro, formine per dolci e preziose scatole di vetro che contengono le coloratissime Pastiglie Leone, una vera gioia per gli occhi. Non mi stancherei mai di guardarlo.


6# viziare i vostri ospiti


Uno dei modi migliori per far ricordare per sempre il vostro matrimonio e imprimerlo indelebilmente nella mente di vostri invitati è quello di riempirli di attenzioni!

Al nostro wedding breakfast gli invitati sono stati per coccolati: Mr Wonderful, brand spagnolo che sta diventando sempre più noto anche in Italia, ha dato per ogni partecipante una bellissima bag in tela con un portachiavi, tazza e portafoto.

Cheerz, sito specializzato nella stampa di foto ricordo, ci ha fatto trovare una selezione dei suoi originalissimi prodotti, tra foto in formato polaroid, segnalibro e magneti per il frigo

Le ragazze di MONDO•MOMBO in collaborazione con  PQP banqueting, che considero davvero tra le migliori in tutta Italia per quanto riguarda la grafica, hanno realizzato una scatolina stupenda, contenente un sacchettino di stoffa che hanno fatto stampare su loro disegno, contenente un pregiatissimo bocciolo di tè che una volta a contatto con l’acqua calda si apre diventando un bellissimo fiore. Al suo interno, una brochure a fisarmonica presentava gli ingrediente delle 5 tipologie di fiori di tè.




7# Ricordi


Non dimenticate che tutto questo organizzare nei minimi dettagli… vivrà solo nei vostri ricordi e nelle foto e video che farete!

Non sottovalutate l’importanza di un bravo fotografo che sappia cogliere momenti ed espressioni uniche!

Io ringrazio tantissimo le ragazze di Infraordinario Wedding per le loro foto luminose, la loro presenza discreta e le poetiche immagini che hanno saputo tirare fuori e The Wedding Tale che ha realizzato un video racconto divertente e frizzante.

Ed ecco il link al  video ufficiale dell’evento

Guest list

Fornitori ufficiali dell’evento

Organizzazione: Anna Rosso Eventi + il Ghirigoro bottega

Media partner: Vogue Sposa

Esperto formazione settore Wedding: IED Istituto Europeo di Design

Location: Be20 – Catering: PQP banqueting

Fotografia: Infraordinario Wedding  Video: The Wedding Tale

Wedding Cake & Sweet Table: Gino Fabbri – Bon bon & Dolcezze: Pastiglie Leone

Allestimenti floreali: Grazie dei Fiori Atelier – Grafica&Illustrazione: MONDO•MOMBO

Make up artist: Max Moretto  Gadget: Mr Wonderful – Foto ricordo: Cheerz

Guest list

Wedding planner presenti: Ila MalùLaura Bravi EventsGinger BloomYouco Wedding

Fotografi di matrimoni: Avorio PhotoFederica Cavicchi PhotographySerena Cevenini DiMediaAlessia Crusca Dolores Leporati

Atelier da sposa: Officina di CucituraVittoria Bonini AtelierTosca Spose

Esperti allestimenti floreali: Oui! Fleurs et maisonLe Ragazze di Flo

Esperti Make up: Elisabetta B.

Esperti grafica: Just PaperPeperosa Design Letterink, Letterpress & Design Studio – Suze Studio Design

Blogger&Co: Sweet as a CandyTeaspoons – Teatime da Ms. Bunbury – FrizziFrizzi – @igersbologna – Festival Week Hand

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *