Il 90% dei matrimoni programmati per il 2020 sono stati rimandati. Il motivo lo sappiamo tutti fin troppo bene (purtroppo).

Sono tantissime le spose che sono rimaste freezate per lunghissime settimane, in attesa di capire l’evolversi della questione e prendere una decisione. Rimandare al 2021 oppure sposarsi ugualmente rinunciando alla grande festa?

Tra le “coppie in bilico” ce n’era anche una reale, quella composta dalla Principessa Beatrice, nipote della regina Elisabetta, e l’imprenditore di origine italiana Edoardo Mapelli Mozzi.

E ROYAL WEDDING FU


A distanza di due giorni dalla celebrazione delle nozze, Buckingham Palace ha reso note alcune fotografie del matrimonio, avvenuto alla Royal Chapel of All Saint, al castello di Windsor.
Un matrimonio reale il loro, certo, ma molto più vicino alla normalità rispetto a tutti i royal wedding fino ad ora celebrati.

INTIMO E SEGRETO


Quello progettato per maggio doveva essere un royal wedding all’altezza di quelli a cui siamo abituati, con tutta la famiglia reale al completo e tanti invitati vip. Unica differenza (un punto a favore per quanto mi riguarda): si sarebbe svolto in Italia, paese di origine dello sposo, come la Principessa Beatrice sognava.

Tutto in pompa magna, insomma.

La realtà però si sa che a volte supera l’immaginazione, e questo è uno di quei casi.

Adoro il fatto che Beatrice ed Edoardo abbiano deciso di celebrare le loro nozze in gran segreto, con una cerimonia aperta ad appena 20 invitati. A seguire gli sposi hanno tenuto un pranzo con appena 14 persone. La trovo una scelta così intima e romantica, tanto da “dare la paga” a tutti i cugini più conosciuti (William e Harry per intenderci).

QUALCOSA DI PRESTATO…


Tradizione vuole che la sposa indossi: qualcosa di nuovo, qualcosa di vecchio, qualcosa di blu e qualcosa di prestato.

In questo caso le cose prestate sono addirittura due e di valore inestimabile:

  • L’ABITO: appartiene alla regina, che lo ha indossato due volte in passato. Nel 1962 per l’anteprima del film “Lawrence d’Arabia” e nel 1966 per l’apertura del Parlamento. Realizzato dal sarto di corte Normal Hartnell è stato riadattato per taglia e lunghezza sulla figura della Principessa. Quelli che vedete sono cristalli e diamanti VERI, of course.
  • LA TIARA: altro prestito della nonna, indossata il giorno delle nozze da Elisabetta II e dalla figlia Anna.

QUALCOSA DI VECCHIO…


Per il royal wedding più ecosostenibile mai celebrato fino ad oggi, anche le scarpe della sposa erano riciclate.

Si tratta di un paio di sandali di raso color champagne, firmati Valentino, con micro perline sulla punta.

Le scarpe sono già state indossate in occasione di altri due royal wedding: quello del Principe William con Kate Middleton nel 2011 e quello del Principe Amedeo del Belgio con Elisabetta Maria Rosboch Von Wolkenstein nel 2014.

DISTANZIAMENTO


La foto con i nonni di Beatrice è il simbolo del momento storico che stiamo vivendo. Sorridenti, fuori dalla Cappella, ma distanziati.

E tu, sposa 2020, hai rimandato le nozze o hai rivisto le tue priorità come la Principessa Beatrice?